Che cos’è una pompa di calore? Come funziona? Quali sono i vantaggi?
18 Settembre 2018
Che cos’è un impianto elettrico domestico? Come funziona?
5 Ottobre 2018
Show all

Impianto Eolico? Ecco cos’è e come funziona

L’energia eolica generata da impianti eolici è tra le fonti rinnovabili di energia più utilizzate dai Paesi che hanno investito in sostenibilità ambientale. Ma che cos’è esattamente un impianto eolico? Come funziona?

Che cos’è un impianto eolico

L’energia eolica è una fonte di energia pulita che sfrutta le correnti d’aria (e quindi il vento) per generare energia cinetica e trasformarla in energia elettrica o meccanica.

Fin dall’antichità lo spirare delle correnti è stato alleato degli uomini per spostarsi (le vele gonfiate dal vento permettevano di navigare agevolmente) o per muovere oggetti di produzione (le pale girevoli dei mulini a vento, ad esempio, muovevano le macine per triturare il grano e farne farina). Solamente recentemente, però, si è pensato di usare la forza dell’aria per produrre elettricità.

Gli strumenti utilizzati per fare ciò sono gli aerogeneratori, composti da una turbina eolica posta alla sommità di una torre di sostegno ed da un generatore elettrico, il cui principio di funzionamento è lo stesso dei vecchi mulini a vento.

L’insieme di più aerogeneratori, disposti sul territorio e interconnessi tra di loro con linee elettriche interrate e strade di accesso, danno vita poi a un impianto eolico.

Come funziona un impianto eolico

Come già detto, gli impianti eolici sfruttano la forza del vento. E’ questa infatti a mettere in movimento la serie di pale sagomate e calettate ad un perno centrale (mozzo) che le costringe a compiere un moto rotatorio attorno all’asse del perno.

Al mozzo sono collegati una serie di dispositivi (freni, moltiplicatori, ecc.) che trasmettono il moto ad un generatore elettrico.

La corrente elettrica così generata viene poi trattata in una serie di dispositivi (gruppi di rifasamento, banchi di condensatori, trasformatori elevatori, ecc.) che la rendono compatibile con la rete di trasporto a cui, con un cavidotto apposito, verrà collegato l’aerogeneratore.

Le componenti di un impianto eolico

La parte principale di un impianto è la navicella. In essa sono contenuti il generatore, i moltiplicatori di giri, i freni, gli attuatori del “pitch control” e dello “yaw control”.

Un secondo elemento essenziale è il rotore formato dal gruppo pale, il mozzo, l’albero lento e il meccanismo del “pitch control”.

Un ulteriore elemento è la torre di sostegno che oltre a tenere in posizione la macchina, ha il compito di assorbire le vibrazioni provenienti dalla navicella evitando che le stesse vadano a scaricarsi eccessivamente sul basamento e sulle fondazioni.

Vi sono poi i sistemi di misura (anemometri e indicatori di direzione del vento). Essi sono solitamente montati in capo alla navicella. Servono a configurare correttamente la macchina a seconda della direzione e dell’intensità del vento.I sistemi di controllo, monitorano costantemente i parametri della macchina, sovrintendendo al corretto funzionamento, permettendone una rapida messa in sicurezza nel caso di avaria.

Infine esistono elementi  accessori: sistemi opzionali che permettono alla macchina di essere utilizzata al meglio: si pensi ai sistemi di telecontrollo, montacarichi e ascensori per il personale di manutenzione.